Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Venerdì, 02 Novembre 2018 10:25

Rifiuti portati dal mare, lettera del sindaco Montino agli assessori regionali Valeriani e Alessandri

“Tonnellate di rifiuti ovunque sia sulle scogliere che nell’area abitata di Passo della Sentinella, oltre che nella zona demaniale del faro e su tratti di litorale al nord”. È quanto denuncia il sindaco Esterino Montino in una lettera indirizzata agli assessori regionali al Trattamento, smaltimento e recupero dei rifiuti Massimiliano Valeriani e alla Tutela del territorio Mauro Alessandri, in cui denuncia la situazione drammatica in cui versano alcune zone del Comune, come quella del vecchio faro e altre spiagge più a nord, a seguito delle mareggiate dei giorni scorsi.
“Si tratta per lo più – prosegue il sindaco nella lettera – di spazzatura che i fiumi Tevere e Aniene hanno riversato in mare e che la forza della corrente ha riportato sul nostro litorale. Le mareggiate non hanno fatto che amplificare gli effetti di quanto accade quotidianamente non solo a Fiumicino, ma anche nelle spiagge più a nord. Per il Comune di Fiumicino, nonostante gli impegni quotidiani dell’Ufficio Ambiente, rimane difficile poter far fronte a questa situazione drammatica e alla rimozione dei rifiuti”.
“Occorre impedire questo scempio che deturpa il nostro territorio – aggiunge Montino – in particolare alcuni paesaggi naturalistici incontaminati. Non è più possibile rimanere osservatori passivi di questa forma di inquinamento che arriva dal fiume e dal mare che riversa sul nostro territorio quintali di rifiuti dannosi per l’ambiente”.
“Chiedo – conclude il sindaco nella lettera agli assessori Valeriani e Alessandri – alla Regione di intervenire, in accordo con il Comune di Fiumicino e con gli altri enti preposti, per predisporre la rimozione immediata di questi rifiuti e tutti gli interventi necessari a prevenire e impedire il protrarsi di questa situazione”.

 1.000